venerdì 30 aprile 2004, ore 15.42

Approvato il Bilancio di AGAC Spa

Il Bilancio 2003 del Gruppo AGAC presenta un volume di affari di 445,6 milioni di euro, in crescita del 32% rispetto all’esercizio precedente; il margine operativo lordo (Ebitda) è passato dai 44,3 ai 62,8 milioni di euro (+41,7%), mentre il margine operativo netto (Ebit) è di 26 milioni di euro rispetto agli 8,1 milioni dello scorso anno. L’utile è di 6,9 milioni di euro. Il cash flow del Gruppo è di 43,7 milioni di euro. La società capogruppo AGAC Spa ha un utile d’esercizio di 2,1 milioni di euro contro i 1,6 milioni del 2001, mentre il volume d’affari è di 179 milioni di euro, dato non confrontabile con quello dello scorso bilancio, in quanto AGAC Spa gestiva ancora per il mese di gennaio l’intera attività gas; a parità di condizioni il dato 2003 sarebbe maggiore rispetto al precedente. Per AGAC Spa il margine operativo lordo (Ebitda) è di 47,39 milioni euro ed è pari al 26,5% del volume d’affari, contro il 22,1% dello scorso anno; il margine operativo netto (Ebit) è 12,74 milioni di euro pari al 7,1% del volume d’affari contro il 3,5% del 2002. AGAC Spa per l’ambiente e il territorio Crescono sensibilmente gli investimenti sul territorio reggiano con un impegno di 78,89 milioni di euro contro i 50,77 del bilancio scorso. Il servizio idrico integrato (acqua potabile e depurazione) ha visto l’approvazione della convenzione con l’Agenzia dell’A.T.O. che definisce e supporta elevati investimenti, affiancati da un forte miglioramento dei risultati per l’intero servizio. Nei settori energetici è degna di nota la crescita continua del servizio di teleriscaldamento che mantiene Reggio Emilia tra i primi posti tra le città italiane teleriscaldate, mentre conferma il primato del comune capoluogo come città più teleraffrescata d’Italia. Dal secondo semestre 2003 è attiva con risultati significativi sia in termini di numero clienti che di venduto AGAC Energia, società del Gruppo per la vendita di energia elettrica ai clienti idonei. Raddoppiati, infine, i volumi venduti di gas metano (1.190 milioni mc) per Blumet Spa, la società costituita da AGAC, SAT ed Edison Gas con fatturato e margini in forte crescita. Nel settore di igiene ambientale, AGAC può vantare il raggiungimento del 41% di raccolta differenziata, una delle percentuali provinciali più alte a livello nazionale. L’ Assemblea ha anche affrontato una consolidata particolarità del’approccio aziendale alla gestione dei servizi: l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate attraverso un protocollo sottoscritto da AGAC e dalla Cooperazione Sociale. Nel 2003 sono state 104 le persone svantaggiate occupate con 10 Coop Sociali che forniscono servizi per 4,4 milioni di euro. AGAC, infine, con l’acquisizione del 40% di TESA Spa è presente a Piacenza ed è stata l’artefice dell’operazione che ha portato un pool bancario ad acquistare il 34,61% di AMPS Spa Parma, le prime tappe fondamentali per la realizzazione del progetto che porterà alla creazione della cosidetta Newco Emilia Occidentale, che vede impegnate, insieme ad AGAC, TESA Piacenza, AMPS Parma e META Modena. L’Assemblea ha approvato di destinare l’utile complessivo di AGAC Spa di 2,17 milioni di euro per il 5% a riserva legale ed il restante a riserva fondo sviluppo impianti