torna ai Comunicati

E’ stata depositata nei giorni scorsi la sentenza della Corte di Cassazione in merito all’ineleggibilità di Augusto Rollandin. La Corte di Cassazione ha respinto il ricorso di Rollandin e confermato la sentenza della Corte d’Appello di Torino che, accogliendo i rilievi dei Verdi Alternativi, aveva dichiarato nulla l’elezione di Rollandin.

La sentenza della Corte di Cassazione è definitiva e sancisce che nel 1998 Rollandin non si poteva candidare per la carica di consigliere regionale né lo potrà fare in futuro essendo stato condannato in via definitiva per abuso dei poteri e violazione dei doveri inerenti ad una pubblica funzione.

Si conclude così, una vicenda incredibile.

E’ incredibile che solo i Verdi Alternativi, fra lo scetticismo e la disattenzione di tanti, abbiano sollevato la questione dell’ineleggibilità di Rollandin e questo fin dal momento della presentazione della sua candidatura.

E’ incredibile che novemila elettori valdostani abbiano votato per Rollandin, cioè per un pluricondannato per reati contro la pubblica amministrazione e che non può più ricoprire cariche pubbliche. (A meno che la normativa elettorale modificata. Caveri sottosegretario significa qualcosa in tal senso?).

E’ incredibile che l’Union Valdôtaine abbia presentato un candidato ineleggibile e poi, una volta estromesso dal Consiglio regionale, lo abbia nominato Presidente del Movimento.

E’ incredibile che tanto malcostume e tanto disprezzo per la legalità si manifesti in una Regione che si considera civile, moderna ed europea.

Comunque, questa volta, la tenacia dei Verdi ha vinto!

Recentemente in Valle d’Aosta, con il movimento degli studenti, l’iniziativa referendaria sull’esame di stato, la petizione contro i tir, ci sono stati alcuni segnali di risveglio di un’opinione pubblica che sembrava narcotizzata.

Speriamo di essere sempre più numerosi a lottare per una Valle d’Aosta in cui ci sia più rispetto per la legalità, più correttezza amministrativa, più pulizia nel territorio e in politica.

Aosta, gennaio 2000