Seat PG sigla un accordo per acquisire il controllo di Telegate, società tedesca specializzata nei servizi telefonici a valore aggiunto, quotata al Nuovo Mercato tedesco con un valore di borsa superiore a 1,8 miliardi di Euro.

Nell’ambito dell’operazione, Seat PG e RSL Com (che rimane azionista per il 48,6% in Telegate Holding) stipulano un accordo di joint-venture finalizzato allo sviluppo comune di servizi internet e dati, in Europa e negli Stati Uniti, e all’espansione di Telegate negli USA.

La società Telegate, molto dinamica, sta sviluppando la sua strategia di crescita sul mercato tedesco anche grazie ad acquisizioni.

Il portale internet 11880.com ha un modello del tipo business to consumer.

Questa acquisizione, che segue di pochi giorni quella di Eurédit, conferma la vocazione di Seat PG per un’espansione internazionale che vede l’Europa come target prioritario.

Grazie a queste operazioni, Seat PG possiede oggi una posizione di assoluto rilievo nel mercato europeo dei servizi BtoB e BtoC.

A sua volta Matrix ha siglato un’intesa con Kpmg consulting per costituire una joint venture (55% Matrix, 45% Kpmg) per lo sviluppo di soluzioni e-business. La nuova società potrà contare sul background di Kpmg international per i problemi strategici e sulle competenze di Matrix per le web solution e sull’avanguardia tecnologica di Cisco Italia, con cui Kpmg intrattiene rapporti privilegiati per networking e infrastrutture. La nuova

joint venture non si limiterà alla creazione di vetrine in rete, ma si occuperà di tutti gli aspetti che un’azienda che vuole entrare nel web deve affrontare: dalla creazione del sito ai sevizi di connessione e alla gestione dell’e-commerce. La società mira a raggiungere da subito un fatturato di 60 miliardi di lire, con tassi di crescita superiori al 50%. (Fonte:Milano Finanza, Sabato 11Marzo 2000).

Dunque, allo stato, ritengo che lo sviluppo del settore internet della società SEAT PG segua indirizzi strategici ben precisi e mirati sul target riferimento già della strategia e del business tradizionale di SEAT, che appunto sul portafoglio già esistente va a innestare lo sviluppo dei nuovi business in rete. Infatti la diversificazione che si nota nelle acquisizioni connota un impegno per un’offerta completa al settore business prima di tutto, guardando con attenzione anche al settore non business.

Infatti le piattaforme internet in sviluppo vanno a occupare sia l’uno che l’altro