Home » Senza categoria » Reggiolo dopo il sisma, tra cantieri e ritardi

Reggiolo dopo il sisma, tra cantieri e ritardi

14 agosto 2016

Il Comune di Reggiolo ad oggi, quattro anni dopo il sisma del 2012, ha emesso 207 ordinanze di assegnazione contributi, per un totale 70.141.000 euro, pari al 60% delle pratiche totali. Di questi, oltre la metà , 41.800.000 sono stati liquidati: 112 i cantieri chiusi, 95 quelli in corso. Nel comune della Bassa ci sono purtroppo 35 nuclei famigliari ancora fuori casa, anche se il 90% delle famiglie che avevano immobili inagibili è tornata a vivere in abitazioni proprie.

L’uffico tecnico del Comune è operativo anche in questi giorni di Ferragosto, per evadere l’istruttoria delle posizioni in ritardo. ‘Siamo preccupati – spiega l’assessore alla Ricostruzione Franco Albinelli – per le 60 pratiche solo prenotate e ancora senza domanda di contributo. Il 31 dicembre 2016 sarà infatti il termine ultimo per la presentazione’. In questi giorni l’Amministrazione sta informando i privati, i tecnici e le imprese interessate, affinchè possano usufruire in tempo dell’ordinanza regionale che consente il recupero delle unità immobiliari danneggiate, con contributo sino al 100% del danno subito. Il Comune di Reggiolo vuole evitare che gli immobli restino in situazioni precarie, producendo degrado o pericolo per l’incolumità pubblica.

Prosegue anche la ricostruzione degli edifici pubblici: sono stati ultimati i cantieri del centro sociale Nino Za, dei magazzini comunali, dell’ex laboratorio Ipsia di Villanova e dello spogliatoio del campo Pertini di via IV novembre. Quest’ultimo sarà inaugurato proprio il 25 settembre, 120° anniversario della nascita dell’ex Presidente della Repubblica. I cantieri in corso sono tre: la casa protetta, per oltre 600.000 euro, il centro civico di Brugneto, per 700.000 euro, e il Centro ‘Nuovo 32’ per un importo complessivo di circa 4.000.000 di euro. I lavori del secondo stralcio si concluderanno entro la primavera del 2018. Infine in Regione sono in istruttoria i progetti del Cimitero del capoluogo, che ha già avuto il nulla osta della soprintendenza; mentre quelli di Palazzo Sartoretti, Scuola Umbertina e del Teatro Rinaldi sono in soprintendenza per il nulla osta architettonico. Per la Rocca Medievale l’Amministrazione ha partecipato a un bando europeo, per attingere al finanziamento di un primo stralcio dei lavori.

Facebook TG Reggio

‘); ondemand_block_ajax_call(get_id, get_tab_text); }); function ondemand_block_ajax_call(id, tab_text) { jQuery.ajax({ type: “POST”, url: “https://web.archive.org/web/20161203160207/http://www.telereggio.it/wp-admin/admin-ajax.php”, data: { ‘action’ : ‘home_demand_area’, ‘term_id’ : id, ‘tab’ : tab_text }, success:function(data) { jQuery(show_content_selector).html(data); }, error: function(errorThrown){ console.log(errorThrown); } }) }